Social:
ENG
Two eerie legendary tales inhabit the impressive fastnesses of the Sibillini Mountain Range, in Italy: the Sibyl's Cave and the Lakes of Pilate. Michele Sanvico, the world leading expert in the legends and lore of this enchanted territory, provides the scientific community with the most advanced research ever carried out on the topic. In search of the original legendary core of the two mythical tales.
Due sinistre leggende dimorano tra gli imponenti bastioni dei Monti Sibillini, nell'Italia centrale: la Grotta della Sibilla e i Laghi di Pilato. Michele Sanvico, il maggiore esperto delle leggende di questo territorio incantato, rende disponibile alla comunità scientifica la più approfondita ricerca mai condotta su questi temi. In cerca del nucleo leggendario originale dei due racconti mitici.
SIBILLINI MOUNTAIN RANGE: THE SETTING AND THE TERRITORY
MONTI SIBILLINI: LO SCENARIO E IL TERRITORIO
The Sibillini Mountain Range is a magical location placed at the very heart of Italy, with magnificent landscapes and vistas, the voice of the gods thundering from underneath, as earthquakes hit the land. In this unique setting, legends have arisen that were once known throughout Europe.
Il massiccio dei Monti Sibillini è un luogo magico posto nel cuore dell'Italia, caratterizzato da panorami meravigliosi e scenari fantastici, la voce degli dèi che risuona dal sottosuolo, con i ricorrenti terremoti. È tra queste montagne uniche che sono nate antiche leggende, un tempo famose in tutta Europa.
A mountainous region struck by several mighty earthquakes across the millennia. People have always striven for survival, as towns and villages are recurrently devastated by the seismic waves. The power of the earth has been accompanying daily life for centuries, with faint, never-ending vibrations.
Una regione montuosa colpita da numerosi potenti terremoti nel corso dei millenni. Popolazioni che hanno sempre lottato per la sopravvivenza, con città e villaggi ripetutamente devastati dalle onde sismiche. Il potere del sottosuolo ha accompagnato la vita quotidiana per secoli, con la debole e incessante vibrazione della terra.
Norcia is the main town in the Sibillini Range area, known for its sturdy resilience to the earthquakes that often strike the region and the magical renown of the Sibyl's cave and the Lakes of Pilatus in the surrounding mountains. A place of magical charm and mysterious legends.
Norcia è la principale città dei Monti Sibillini, nota per la sua caparbia resistenza ai terremoti che periodicamente colpiscono la regione e per la fama magica della grotta della Sibilla e dei Laghi di Pilato posti nelle vicine montagne. Un luogo di incantata magia e misteriose leggende.
SIBILLINI MOUNTAIN RANGE: THE LEGENDARY HERITAGE
MONTI SIBILLINI: L'EREDITÀ LEGGENDARIA
The Italian Apennines have always been connected to an ancient Sibyls' lore dating back to Roman times. From the Tiburtine Sibyl to the Cumean Sibyl old legends tell the tale of priestesses and prophetesses who chose the Apennines as their abode. A journey in the past in search of a name.
La catena degli Appennini ha sempre avuto legami con il corpus di leggende sulle Sibille, sin dai tempi dei Romani. Dalla Sibilla Tiburtina alla Sibilla Cumana, le antiche leggende hanno raccontato la storia di sacerdotesse e profetesse che avevano scelto l'Appennino come proprio rifugio. Un viaggio nel passato in cerca di un nome.
Once a cave opened its mouth on the Sibyl's mountain-top, providing an access to the hidden realm of the prophetess. Now the entrance is in ruins, but men have never given up with their desire to unveil the hidden secrets, with repeated efforts to excavate the cliff and scan it with advanced technologies.
Un tempo sulla vetta del Monte Sibilla si apriva la bocca di una grotta: l'accesso al regno nascosto della profetessa. Oggi l'ingresso è in rovina, ma gli uomini non hanno mai abbandonato il sogno di svelarne i segreti nascosti, con ripetuti tentativi di effettuare scavi sulla cima del monte e di misurarlo facendo uso delle più avanzate tecnologie.
With this article Michele Sanvico follows the footsteps of the legend through history, with reference to its fame as a silly fairy tale for simpletons and - on a much darker side - to its sinister renown across Europe among necromancers during the fifteenth and sixteenth centuries.
Con questo articolo Michele Sanvico ripercorre le tracce della leggenda attraverso la storia, con specifico riferimento alla fama come semplice favola per gente credula e - da un punto di vista assai più oscuro - alla sua sinistra rinomanza tra i negromanti di tutta Europa durante i secoli quindicesimo e sedicesimo.
The thrilling spell of the Apennine Sibyl's mystery has been travelling throughout the centuries from Italy to France, from Germany to Flanders, from the UK to the US. Let's follow the footprints left by this enigmatic myth in the literature and culture in many countries around the world.
Il fascino ammaliante del mistero della Sibilla Appenninica ha viaggiato attraverso i secoli, dall'Italia alla Francia, dalla Germania alle Fiandre, dalla Gran Bretagna agli Stati Uniti. Seguiamo insieme le orme lasciate da questo enigmatico mito nella cultura e nella letteratura di molte nazioni del mondo.
"Guerrino The Wretch" and "The Paradise of Queen Sibyl": two most renowned fifteenth-century literary works that spread the word all around Europe about the legends which inhabited a remote corner of central Italy. They both marked the beginning of a long-lasting fortune for the cave and lake.
"Guerrin Meschino" e "Il Paradiso della Regina Sibilla": due famosissime opere letterarie risalenti al quindicesimo secolo che diffusero nell'intera Europa la notizia delle leggende che abitavano un remoto angolo dell'Italia centrale. Entrambe segnarono l'inizio di una duratura fortuna per la grotta e il lago.
Would you ever imagine that the ancient German legend of Tannhäuser had a direct link to the eerie lore of the Apennine Sibyl? The knight celebrated by Richard Wagner was actually here: according to many literary sources, the Venusberg might just be Mount Sibyl, in Italy.
Avreste mai immaginato che l'antica leggenda tedesca di Tannhäuser fosse strettamente connessa a quella inquietante della Sibilla Appenninica? Eppure il cavaliere celebrato da Richard Wagner è stato qui: secondo quanto rinvenibile in numerose fonti letterarie, il Venusberg non sarebbe altro che il Monte Sibilla, in Italia.
A PRELIMINARY INVESTIGATION INTO THE LITERARY ANCESTORS OF THE SIBILLINE LEGEND
UN'INVESTIGAZIONE PRELIMINARE SUGLI ANTECEDENTI LETTERARI DELLA LEGGENDA SIBILLINA
Enchanted gates and bridges, journeys to Rome in search of forgiveness, a necromancer and a mountain, a dame whose name is Sebile, an Irish cavern to the Otherworld: the clues that hint to the literary lineage from which a Sibyl came to settle down within the Sibillini Mountain Range.
Ponti e portali incantati, viaggi a Roma in cerca di perdono, una negromante e una montagna, una dama il cui nome è Sebile, una caverna irlandese porta d'accesso al Purgatorio: gli indizi che puntano agli ascendenti letterari dai quali una Sibilla giunse per stabilirsi tra i Monti Sibillini.
When the French gentleman Antoine de la Sale described a magical bridge and ever-slamming doors as hidden beneath the Sibyl's peak, he made use of literary elements which belong to different, ancient mythical traditions, from then on part of the Sibillini Mountain Range's lore.
Quando il gentiluomo provenzale Antoine de la Sale descrisse un magico ponte e porte eternamente sbattenti come presenti al di sotto della vetta della Sibilla, egli utilizzò elementi letterari appartenenti a tradizioni molto antiche, da quel momento in poi parte del mito dei Monti Sibillini.
PROBING INTO TWO EARLY WITNESSES TO THE LEGENDS OF THE CAVE AND LAKES
UN APPROFONDIMENTO SU DUE ANTICHE MENZIONI DELLA LEGGENDA DELLA GROTTA E DEI LAGHI
A most famous letter written by Pope Pius II Piccolomini in the first half of the fifteenth century on the lake and cave in the vicinity of Norcia is published from the original manuscript for the first time, with a thorough analysis of the content and meaning of this important document.
La famosa lettera scritta da Papa Pio II Piccolomini nel corso della prima metà del quindicesimo secolo a proposito del lago e della grotta situati in prossimità di Norcia viene pubblicata per la prima volta traendola dal manoscritto originale, con una analisi completa del contenuto e del significato di questo importante documento.
In the fourteenth century the small lake nested within the glacial cirque of Mount Vettore was already notorious and attended by wizards and necromancers; yet it appears that the association with Pontius Pilate had not yet been established at that time, as visible in the excerpt taken from Petrus Berchorius.
Nel quattordicesimo secolo il piccolo lago annidato all'interno del circo glaciale del Monte Vettore era già famoso e visitato da maghi e nergromanti; eppure parrebbe che l'associazione con il nome di Pilato non fosse stata ancora stabilita, come è rilevabile nel brano tratto da Petrus Berchorius.
THE SPURIOUS TRAIL FROM THE APENNINE SIBYL BACK TO THE CIMMERIAN SIBYL
LA FALSA PISTA DALLA SIBILLA APPENNINICA INDIETRO NEL TEMPO FINO ALLA SIBILLA CIMMERIA
Starting from a seventeenth-century quote on the Apennine Sibyl which establishes a connection to the classical Cimmerian Sibyl, we will go back to the original literary source of this quote, dating back to two centuries earlier and containing no such alleged link to a Sibyl which features a thoroughly different lineage.
Partendo da una citazione seicentesca relativa alla Sibilla Appenninica che stabilisce una connessione con la classica Sibilla Cimmeria, andremo indietro nel tempo fino alla fonte letteraria originale di questo riferimento, risalente a due secoli prima e priva di questo asserito legame con una Sibilla che è caratterizzata da un'ascendenza del tutto differente.
Is the Apennine Sibyl connected to the Cimmerian? But who is the Cimmerian Sibyl? In this paper the illustrious lineage of the Cimmerian oracle is fully traced back to classical antiquity, with a final discovery that was well known to ancient Romans: this Sibyl had her legendary abode in Cumae.
Esiste un legame tra la Sibilla Appenninica e la Cimmeria? Ma chi è realmente la Sibilla Cimmeria? In questo articolo l'illustre ascendenza dell'oracolo Cimmerio viene completamente ripercorsa fino all'antichità classica, con una scoperta finale ben nota agli antichi Romani: questa Sibilla aveva la propria leggendaria dimora a Cuma.
THE LEGEND'S ORIGIN: THE APENNINE SIBYL AS A MEDIEVAL NARRATIVE LAYER
L'ORIGINE DELLA LEGGENDA: LA SIBILLA APPENNINICA COME UN LIVELLO NARRATIVO MEDIEVALE
The first mentions of an Apennine Sibyl and her cave date back to the fifteenth century. Is there any reference to a prophesying oracle in the area of the Sibillini Mountain Range in antiquity? The paper explores the thorough lack of mentions in both medieval and classical literary sources.
La prima menzione a proposito di una Sibilla Appenninica e della sua grotta risale al quindicesimo secolo. Esiste, nell'antichità, un riferimento a un oracolo profetante attivo nell'area dei Monti Sibillini? L'articolo esplora la completa mancanza di riferimenti sia nelle fonti letterarie classiche che in quelle medievali.
This paper presents a topic that has never been thouroughly analysed before: the medieval roots of the Apennine Sibyl's legend, linked to earlier chivalric romances. An illustrious lineage, fully referenced in manuscripts, deriving from a main character of the Arthurian cycle: Morgan le Fay.
Questo articolo affronta un tema che non è mai stato adeguatamente analizzato in precedenza: le radici medievali della leggenda della Sibilla Appenninica, connessa ad antichi romanzi cavallereschi. Un'illustre discendenza, pienamente rintracciabile nei manoscritti, da un personaggio fondamentale del ciclo arturiano: Morgana.
This article is Part 2 of the full paper on the Apennine Sibyl's medieval lineage. By taking out the extraneous narrative layers drawn from the Matter of Britain that for centuries have sheltered the original mythical nucleus, the paper introduces the next research step: to unveil the true core of the legend.
Questo articolo è la seconda parte della ricerca sulla ascendenza medievale della Sibilla Appenninica. Con la rimozione dei vari livelli narrativi estranei, tratti dalla Materia di Bretagna, che nascondono il nucleo mitico originale, l'articolo introduce la successiva fase della ricerca: disvelare il vero cuore della leggenda.
THE LEGEND'S ORIGIN: PONTIUS PILATE AS A MEDIEVAL NARRATIVE LAYER
L'ORIGINE DELLA LEGGENDA: PONZIO PILATO COME UN LIVELLO NARRATIVO MEDIEVALE
In this paper the bimillennial story of the legend of Pontius Pilate is re-traced across the literature of Roman antiquity, the early-Christian age, and the many medieval apocryphal texts, showing that no mention of the Sibillini Mountain Range is found up to the fifteenth century.
In questo articolo la bimillenaria storia della leggenda di Ponzio Pilato viene ripercorsa attraverso le opere dell'antichità romana e dei primi secoli della Cristianità, proseguendo poi con i molti testi apocrifi medievali, dimostrando come nessun riferimento ai Monti Sibillini sia rinvenibile prima del quindicesimo secolo.
This article is Part 2 of the full paper on Pontius Pilate's legend, with the illustration of the amazing medieval sources that built up the myth concerning the final days of the Roman prefect and the curse which fell on his many burial places, with the most ancient set in Vienne, France.
Questo articolo è la seconda parte della ricerca sulla leggenda di Ponzio Pilato, con la descrizione delle affascinanti fonti medievali con le quali fu costruito il mito relativo agli ultimi giorni di vita del prefetto romano e alla maledizione che caratterizzò i suoi numerosi luoghi di sepoltura, il più antico dei quali fu localizzato a Vienne, in Francia.
This article is Part 3 of the full paper on Pontius Pilate's legend, with new unprecedented assumptions concerning the settlement of the legend about the Roman prefect into the lake set within the Sibillini Mountain Range. The paper introduces the next research step: to unveil the true core of the legend.
Questo articolo è la terza parte della ricerca sulla leggenda di Ponzio Pilato, con nuove e inedite ipotesi relative all'insediamento della leggenda concernente il prefetto romano all'interno del lago posto tra i Monti Sibillini. Questo articolo introduce la successiva fase della ricerca: disvelare il vero cuore della leggenda.
TO THE CORE OF THE LEGEND: UNVEILING THE TRUE NATURE OF THE SIBILLINE MYTH
NEL CUORE DELLA LEGGENDA: VERSO IL DISVELAMENTO DELLA VERA NATURA DEL MITO SIBILLINO
After removing the additional narrative layers which have been superimposed to the legends of the Cave and Lake during the centuries of the Middle Ages, the common traits shared by both myths begin to emerge, with aspects which are significantly similar and appear to mark both tales.
Dopo avere rimosso i livelli narrativi addizionali che sono stati aggiunti alle leggende della Grotta e del Lago durante i secoli del Medioevo, i tratti comuni che le due leggende condividono iniziano a emergere, con aspetti che risultano essere significativamente simili e che marcano entrambi i racconti.
A fourth shared aspect marks both sites, the Sibyl's Cave and the Lake of Pilate: they both seem to provide an entryway to the Otherworld. In this research paper, a review of the main otherwordly narratives in Western literature is provided, with a specific insight into Cumae's Hades and St. Patrick's Purgatory.
Un quarto tratto condiviso caratterizza entrambi i siti, la Grotta della Sibilla e il Lago di Pilato: l'accesso oltremondano al regno infero. In questo articolo vengono ripercorse le principali narrazioni oltremondane presenti nella letteratura occidentale, con particolare riferimento all'Ade in Cuma e al Purgatorio di San Patrizio.
THE TALE OF THE APENNINE SIBYL TOLD
NARRANDO IL RACCONTO DELLA SIBILLA APPENNINICA
“The Eleventh Sibyl” is Michele Sanvico's novel dedicated to the legend of the Apennine Sibyl, a compelling work of literary fiction spanning from Guerrino the Wretch to the contemporary researches carried out on Mount Sibyl. Thrilling, unique, and intentionally paying no toll to popular culture.
“L'Undicesima Sibilla” è il romanzo di Michele Sanvico dedicato alla leggenda della Sibilla Appenninica, un'appassionante opera letteraria che ripercorre la vicenda del mito da Guerrin Meschino fino alle moderne ricerche effettuate sul Monte Sibilla. Unico, affascinante e deliberatemente privo di concessioni verso la cultura pop.
“Sibyl – A Secret of Stone” is the event staged by Michele Sanvico in selected locations of the Monti Sibillini and recently in Perugia and Rome: a journey into the Apennine Sibyl's legend and lore supported by a compelling storytelling and wonderful images. A special experience which stages culture and emotions.
“Sibilla – Il Segreto di Pietra” è l'evento posto in scena da Michele Sanvico in selezionate località dei Monti Sibillini e recentemente anche a Perugia e Roma: un viaggio attraverso la leggenda della Sibilla Appenninica, sostenuta da una narrazione avvincente e da immagini spettacolari. Un'esperienza speciale che pone in scena cultura ed emozione.
Read (English edition)
Leggi (edizione italiana)
MICHELE SANVICO
ITALIAN WRITER
michele.sanvico@italianwriter.it